Se un bambino

È un piacevole esotico viaggio sfogliare le pagine di “Se un bambino” con i testi di Davide Musso e le illustrazioni di Anna Forlati Settenove edizioni.

I testi ed i disegni hanno un sapore che ricorda molto Kipling, e non solo perché inizia anche questo con la congiunzione “se”. 

Nella sua nota poesia “If“, Kipling indaga quali sono le caratteristiche che faranno di suo figlio un uomo. 

In questo libro la giungla che, pagina dopo pagina, si compone intorno al faccino occhialuto del nostro bambino speciale ci serve per indagare che cosa renda quel bambino, un bambino speciale.

Questa giungla risuona di versi di animali anche esotici (persino un coccodrillo, che notoriamente non sappiamo ancora  come fa), di fruscii di vegetazione, di soffi di vento nelle vele, di trombette e cigoli di velocipedi.

A differenza degli umani, meglio, degli adulti, gli animali, gli uccelli, anche la casa grigia con lo sguardo di sguincio, hanno occhi per guardare il nostro bambino speciale, per indagarlo, per comprenderlo.

Anche la bambina con la maschera da volpettina, non ha paura dei dubbi che nasconde dietro gli occhiali.

Ogni bambino merita il tempo e la vicinanza degli altri bambini e l’attenzione nostra di adulti. Soprattutto un bambino che ci sorprende per la sua diversità, per la sua unicità, per la sua preziosità.

Ma che bella passeggiata nella giungla ci ha fatto fare questo libro.

Ci bastan poche briciole, lo stretto indispensabile…

Se vi è piaciuto seguitemi o ditelo ad altri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *