Avec le temps…

Nel jazz il tempo è tutto.

I musicisti che non hanno la padronanza del tempo che aveva il trombettista Chet Baker sono costretti ad appoggiarsi alla sezione ritmica per non perdersi.

Il basso, soprattutto nella versione contrabbasso, è una figura iconica dei gruppi jazz. 
La sua solidità ritmica è il porto sicuro per gli altri strumenti in navigazione. 
Come una mamma per i suoi figli impegnati a esplorare il mondo.

Il tempo nella musica jazz non sempre ha coincidenza con il tempo reale. A volte lo percepiamo dilatato, esteso ed estenuato. Altre volte si presenta sincopato, accorciato, avvolto su se stesso.

Come il tempo della presenza che si impone alla memoria compresso e sovrapposto, accastellato, breve, troppo breve.

Mentre il tempo dell’assenza ci si manifesta dilungato, inesorabile, interminabile, intollerabile.

Quanti giorni, sere e mattine, poi mattine, poi sere, durano davvero undici anni di assenza?

Col tempo sai

Col tempo sai 
col tempo tutto se ne va 
non ricordi più il viso 
non ricordi la voce 
quando il cuore ormai tace 
a che serve cercare ti lasci andare 
e forse é meglio così 
Col tempo sai 
col tempo tutto se ne va 
l’altro che adoravi che cercavi nel buio 
l’altro che indovinavi in un batter di ciglia 
tra le frasi e le righe e il fondotinta 
di promesse agghindate per uscire a ballare 
col tempo sai tutto scompare. 
Col tempo sai 
col tempo tutto se ne va 
ogni cosa appassisce io mi scopro a frugare 
in vetrine di morte quando il sabato sera 
la tenerezza rimane senza compagnia. 
Col tempo sai 
col tempo tutto se ne va 
l’altro a cui tu credevi anche a un colpo di tosse 
l’altro che ricoprivi di gioielli e di vento 
ed avresti impegnato anche l’anima al monte 
per cui ti trascinavi alla pari di un cane 
Col tempo sai tutto va bene. 
Col tempo sai 
col tempo tutto se ne va 
non ricordi più il fuoco 
non ricordi le voci della gente da poco 
e il loro sussurrare 
non ritardare copriti col freddo che fà. 
Col tempo sai 
col tempo tutto se ne va 
e ti senti il biancore di un cavallo sfiancato 
in un letto straniero ti senti gelato 
solitario ma in fondo in pace col mondo 
e ti senti tradito dagli anni perduti 
allora tu col tempo sai non ami più.

Col tempo sai (Avec le temps) – Franco Battiato
Se vi è piaciuto seguitemi o ditelo ad altri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *